Tai Chi Chuan

(La Boxe della Suprema Polarità)

Shaolin-6.png
Taichi-1.png

"Chi è flessibile prevale su chi è rigido, la morbidezza vince la durezza.
Tutti in questo mondo in teoria lo sanno, ma nessuno sa come metterlo in pratica."

E' tante cose insieme e offre vantaggi diversissimi. Consente un'efficace autodifesa e la meditazione in movimento, sviluppa l'energia interna e permette di vincere le forme più acute di stress. Nato come tecnica di combattimento, è oggi conosciuto in occidente soprattutto come ginnastica dolce e come tecnica di medicina preventiva.
In pratica il Tai Chi Chuan è un'arte marziale, ma anche un sistema di concentrazione mentale, un mezzo di distensione, una forma di autodifesa, un efficace sistema antistress. Ma soprattutto non ha controindicazioni e dà un sacco si benefici.

MAESTRO
Alfredo Santini
Carlo Annoni

allievi diretti del grande Maestro Chang Dsu Yao

Taichi-3.png
Taichi-2.png

Storia
La leggenda narra che Chang San Feng, esperto di arti marziali, ebbe modo un giorno di assistere ad un combattimento fra una gru ed un serpente. Quest'ultimo si sottraeva ai colpi di becco secchi e retti linei dell'uccello per mezzo di movimento morbidi, sinuosi, all'apparenza lent i e continui, ma poi contrattaccava con fulminea rapidità. Il monaco taoista comprese in questo modo che la fluidità, la cedevolezza, la flessibilità prevalgono su forza, durezza, rig idità. Secondo una leggenda meno accreditata egli avrebbe appreso il Tai Chi durante un sogno. A lui, come a Bodhidarma per quanto riguarda lo Shaolin, venne attribuita la nascita della disciplina.

Lo stile
Lo stile Yang è di gran lunga il più diffuso. Le tecniche sono morbide, circolari e continue ma le applicazioni marziali sono rapide e vigorose; le posizioni sono ampie; l'armonia fra ispirazione ed espirazione è fondamentale per un buon esito dell'esercizio. Anche nel Tai Chi Chuan esiste lo studio delle armi tradizionali: sciabola, bastone, lancia, spada, asta di ferro.

Il Pensiero
Si tende a considerare la fi losofia cinese come qualcosa di immobile; in realtà, almeno negli ultimi duecento anni, la Cina è divenuta teatro di incontri e, tal volta, scontri fra un'antichissima civiltà e le nuove idee di uno spavaldo popolo "barbaro" quello occidentale.
Comunque, le antiche scuole di pensiero hanno guidato e modellato per migliaia di anni la vita e le istituzioni delle genti cinesi, e notevolissima è stata la loro influenza anche sullo sviluppo delle Arti Marziali Tradizionali, di cui se ne può meglio comprendere il vero significato e lo spirito profondo. Le informazioni fornite da una pagina web non possono essere sufficienti a trattare in maniera adeguata un argomento immensamente grande come quello del mondo filosofico orientale, in particolare cinese, ma possono servirci per iniziare a comprendere qualche tratto di stori a, qualche velo remoto e non per ciò obsoleto della civiltà dotata forse delle radici più solide ed i rami più rigorosi.

Innanzitutto, vi è da dire che, pur mostrando un qualche interesse per la realtà ultrafenomenica, l'intero pensiero si configura come un naturalismo cosmico dove il vivo senso dell'essere e la riflessione sui primi principi non conducono mai ad una metafisica al di fuori delle leggi naturali.
Infatti, lo scopo principale perseguito da tale filosofia non è quello di decifrare completamente il mondo, ma di rendere l'uomo degno di vivere la vita di ogni giorno. Chi studia il Kung Fu deve sempre sviluppare insieme all'abilità tecnica anche la grandezza interiore dello spirito e la regalità esteriore, che si manifesta in un comportamento e in un atteggiamento di grande nobiltà.
Nonostante alcune teorie filosofiche (per esempio la teoria yin-yang o la teoria dei cinque elementi) cerchino d'indagare la natura dell'Universo, l'uomo non viene mai messo in secondo piano, anzi è considerato il legame fra Cielo e Terra. L'uomo è un piccolo Universo non troppo dissimile da quello che lo circonda, è un microcosmo in intima relazione con i fenomeni del macrocosmo.

Taichi-4.png

Le quattro scuole di pensiero più importanti furono il confucianesimo, il taoismo, la scuola di Mo tzu e la scuola legalista:

  • Confucianesimo (V sec. a. C.): si occupa dei valori umani, del miglioramento della condotta di vita, della morale, secondo cui è necessario coltivare la virtù della "sensibilità umana", ossia del mutuo appoggio, affinché l'uomo aiuti se stesso. Quindi, la rettitudine è la via per perseguire lo sviluppo della società e l'armonia sociale.

  • Taoismo: a differenza del primo, non prende come perno del proprio insegnamento le norme della vita politica/morale, ma si interessa essenzialmente alla via interiore dell'uomo che diviene una sola cosa con la natura rapportandosi e conformandosi con le sue leggi.

  • Buddhismo Ch'an {IV-VII sec. d. C.) : l'uomo raggiunge la vera comprensione tramite il perfezionamento attraverso la meditazione.

  • Intorno al 1000 ci fu una corrente filosofica neo-confuciana conscia dei principi del buddhismo. A partire dal XVI secolo avvenne un processo di modernizzazione in diverse fasi e momenti

TAI CHI CHUAN & BENESSERE


Il Tai Chi Ch'uan è praticato da secoli in Cina e i suoi effetti benefici sulla salute hanno attirato in modo sempre crescente l'attenzione dei ricercatori scientifici occidentali.
E da studi approfonditi condotti negli ultimi anni da famose università in tutto il mondo è ormai chiaro che il Tai Chi Chuan è il più efficace metodo nel prevenire le cadute degli anziani, lavorando sul cont rollo consapevole della deambulazione.
Aiuta a ridurre la perdita di massa ossea e a migliorare la funzionalità fisica di persone affette da osteoporosi e da artrite, mobilitando efficacemente gambe e anche.
Il Tai Chi è come una medicina senza controindicazioni:​

Taichi-5.png

fa bene al Sistema muscolo-scheletrico, al Cuore, al Sistema immunitario, al Sonno, all'Autostima e qualità della vita, a Malattie neurologiche. Tra tutti i benefici ottenibili con la pratica del Tai Chi, uno dei più evidenti è certamente il miglioramento della prontezza dei ri flessi; seguono il controllo delle posizioni delle varie parti del corpo ed il miglioramento dell'agilità e del senso dell'equilibrio.
Questi benefici acquistano un particolare significato per gli anziani che sono i più esposti al pericolo di cadute. li controllo mentale dei movimenti del corpo, tipico del Tai Chi, stimola in modo intenso e dinamico le capacità di ascolto dei segnali che giungono al cervello dai nostri sensori, La consapevolezza del nostro corpo ed in generale l'integrazione tra corpo e mente ne risultano particolarmente potenziate. Le neuroscienze stanno oggi dimostrando che chi pratica il Tai Chi non solo ha una funzione cardiorespiratoria migliore, ma ottiene risultati migliori nei test relativi al controllo dell'equilibrio, alla flessibilità e alla forza muscolare. Il rischio di cadute è così ridotto del 50%. Il Tai Chi richiede un movimento continuo e lento con espressioni di moto da piccole a più ampie, lo spostamento del peso del corpo da unilaterale a bilaterale e movimenti circolari del t ronco e delle estremità che coinvolgono contrazioni isometriche e isotoniche.
La ragione di questi benefici sembra consistere nel potenziamento funzionale dei propriocettori che deriva dalla pratica del Tai Chi. I propriocettori sono terminazioni nervose sensibili a stimoli provenienti dalle articolazioni, dai muscoli, dai tendini e dalla cute, grazie alle quali è possibile ricavare una sensazione "interna" delle posizioni delle varie parti del nostro corpo.
Essi si affiancano agli esterocettori che forniscono al cervello informazioni dall'ambiente esterno provenienti dai nostri sensi (vista, tatto, odorato, udito, senso dell'equilibrio) ed agli interocettori sensibili ai segnali provenienti all'interno dell'organismo che forniscono informazioni sulle tensioni degli organi interni e sul dolore che ne può derivare. Tutte queste informazioni giungono al sistema nervoso centrale dove viene elaborata una risposta che viene immediatamente rimandata ai muscoli, dove si traduce nell'esecuzione di movimenti poco dispendiosi, coordinati e coscienti.
Inoltre il Tai chi ch'uan è un'ottima pratica per la difesa personale

TAI CHI CHUAN in relazione al sistema scheletrico

La storia del Tai Chi Chuan ci indica che dalla sua pratica possono derivare grandi benefici per la salute psicofisica. Questi benefici sono stati confermati negli ultimi decenni da numerose ricerche scientifiche, relative agli" EFFETTI DELLA PRATICA DEL TAI CHI CHUAN"
La salute dell'apparato locomotore, in particolare del sistema scheletrico:​

a) I benefici riguardano le malattie reumatiche.
I movimenti lenti ed armoniosi, le posture corrette, svolti con sinuosità ed una corretta respirazione, esercitano su tutte le parti del corpo un ormai confermato beneficio. In particolare su tutte le articolazioni, senza sollecitarle e contrastando la loro progressiva degradazione.
Il praticare le "forme" aumenta la capacità aerobica e rafforza il sistema immunitario, che a sua volta protegge dalle infiammazioni i tessuti cartilaginei delle articolazioni. La maggiore capacità di proteggersi dagli stress psichici che si può acquisire praticando il Tai Chi Chuan contribuisce a migliorare le condizioni generali dell'organismo.
L'insieme di questi fattori può costituire un aiuto efficace nella prevenzione dell'artrite (infiammazione delle articolazioni) e dell'artrosi o osteoartrite (degenerazione delle cartilagini articolari).​

b) La prevenzione in merito al sistema scheletrico.
Essa riguarda gli effetti del Tai Chi Chuan nel combattere l'osteoporosi irrobustendo le ossa.
Questi effetti sono forse spiegabili ricordando che il periostio, il tessuto fibroso che avvolge le nostre ossa, è in età adulta composto da due strati, il più esterno dei quali non è materia inerte, ma contiene vasi sanguigni che forniscono nutrimento, e fibre nervose che trasmettono sensazioni.
In questo strato del periostio si esercitano gli effetti che il Tai Chi Chuan, se eseguito correttamente, ha sulla vitalità dell1ntero organismo, ed in particolare sul sistema circolatorio. L'irrobustimento delle ossa è stato indicato da molti grandi Maestri e nella letteratura del Tai Chi Chuan come una delle principali caratteristiche di questa disciplina. Nell'interpretazione, esso si materializza al livello del midollo osseo.
L’irrobustimento delle ossa riguarda tutti i praticanti di Tai Chi Chuan e può essere per loro di grande beneficio, quale che sia la loro età.​

Nell'ambito della nostra scuola abbiamo riscontrato evidenti effetti positivi su tutto l'apparato locomotore di chi pratica con grande costanza il Tai Chi Chuan.

Taichi-6.png

Scritto del M° Chang Osu Yao (1976) un principio delTal Chi Chuan:
"con la calma vincere la fretta,

col morbido vincere il duro"

Taichi-7.png