SHAOLIN CHUAN

(Pugilato della giovane foresta)

Shaolin-6.png

Shaolin era il nome di un famoso monastero buddista dove per millenni si sono praticate le Arti Marziali.
Shaolin Ch'uan è un termine piuttosto generico che viene utilizzato per indicare l'insieme di molti stili esterni (Wai Chia) del Kung Fu, l’arte originaria che viene insegnata preso la nostra scuola è oggi nota con il nome di "Shaolin Classico della Cina del Nord".

MAESTRO
Alfredo Santini
Carlo Annoni

(diretti allievi del grande m° Chang Dsu Yao)

Shaolin-4.png

LO SHAOLIN CHUAN

 

Gli stili della Cina del nord sono caratterizzati generalmente da posizioni ampie e da una maggior varietà di tecniche di gamba rispetto agli stili del sud. Con ogni probabilità, come dappertutto succede, sono state le condizioni ambientali e fisiche delle popolazioni a condizionare le gestualità da zona a zona. Le province meridionali erano ricche di fiumi e risaie, pertanto i combattimenti si svolgevano su barche o coi piedi immersi nell'acqua, quindi in ambienti poco adatti all'utilizzo di tecniche ampie e di calci.
Oltre alle tecniche di pugno, calcio, percussione vengono studiate fin dai primi tempi altre tecniche più acrobatiche quali cadute, calci volanti. In seguito vengono studiate le leve, i punti vitali, le proiezioni, i combattimenti con uno o più avversari, le numerose armi ed attrezzi vari.
La boxe del tempio Shaolin è diventata ormai famosa in tutto il mondo, nei suoi diversi modi di esprimersi, in base alle diverse interpretazioni dei vari maestri che si sono succeduti nella trasmisione di tale splendida Arte.
Nella nostra scuola lo "stile" Shaolin classico della Cina del nord sta alla base dei così detti "stili (metodi) esterni = Wai Chi a'; che sono i componenti delle arti marziali esterne cinesi.
È importante specificare la differenza tra il metodo classico e quello moderno.
Gli stili moderni di kung fu sono stati profondamente modificati con l'ncorporazione di molte tecniche del teatro acrobatico cinese, dando meno importanza agli aspetti spirituali e filosofici che costituiscono il substrato profondo delle arti marziali classiche. Le forme furono modificate non in funzione al combattimento e alla salute, ma spettacolarizzandole, attribuendo così maggior importanza all'aspetto estetico, sportivo e agonistico.
È perciò importante capire che nell'Arte del Kung Fu Classico, parole come: etica, cultura, spirituale, salute, difesa, vanno di pari passo col progredire nella pratica della disciplina.

Shaolin-3.png
Shaolin-5.png

Un principio importante per fare bene il Kung Fu, Scritto del M° Chang Dsu Yao (1976):
"mani, occhi, corpo, tecnica, posizione "insieme per sviluppare i tre tesori" Ching, Ch'i, Shen''.

Shaolin-1.png
Shaolin-2.png